Sistemi informatici iperconvergenti

Un’infrastruttura iperconvergente è un sistema modulare formato da più unità, dette appliance, ognuna delle quali comprende al proprio interno tutte le componenti hardware di un’infrastruttura informatica oltre ai relativi software di virtualizzazione. Le macchine virtuali vengono distribuite e ridondate automaticamente dal sistema fra i diversi nodi dell’infrastruttura (anche dislocati in luoghi differenti) in modo tale da ottimizzare le prestazioni, gestire le politiche di backup e minimizzare il pericolo di downtime, poichè in caso di caduta di un’appliance le restanti ne assumono il carico di lavoro, ottenendo lo stesso risultato di un sistema in alta affidabilità.

I sistemi iperconvergenti coniugano una massima flessibilità con l’estrema semplicità di gestione. Tutte le unità, infatti, vengono governate da un unico software che funge da controller di gestione, permettendo di controllare con estrema facilità sia lo stato e il livello di performance della rete, che di ogni singola macchina virtuale. L’iperconvergenza, infine, è scalabile con grande facilità e rapidità: per aumentare le prestazioni è sufficiente aggiungere unità al sistema, che gestirà in automatico le operazioni di adattamento in modo poco invasivo.

Iperconvergenza